herbaria
MANGIARE, CONSUMARE, SPRECARE
Lezione magistrale

di Carlo Petrini - Presidente Slow Food

a cura di Giovanna Zucconi

venerdì 25 maggio ore 18.00
Palaconvegni
ingresso gratuito
ai partecipanti verrà data in omaggio una pubblicazione della Fondazione


Anche in tempo di crisi, che dovrebbe stimolare una maggiore consapevolezza, lo spreco di cibo è impressionante. Con costi formidabili in termini di danni all'ambiente, alla salute, all'etica collettiva, all'economia individuale e pubblica. Eppure, evitare lo spreco significherebbe anche mangiare e vivere meglio, in equilibrio con sé stessi e con l'ambiente. Carlo Petrini, fondatore di Slow Food, "eroe del nostro tempo" per il settimanale Time, è un visionario di estrema, appassionata concretezza. Mentre traccia lo scenario dello squilibrio agricolo e alimentare di noi italiani, fornisce esempi di quotidiana praticità e contemporaneamente disegna un futuro che non spreca sé stesso.

 

Carlo Petrini inizia a interessarsi di enogastronomia nel 1977, collaborando con i principali giornali italiani. Il 9 dicembre 1989 firma a Parigi il Manifesto del Movimento Internazionale Slow Food sottoscritto da oltre venti delegazioni provenienti da diversi paesi del mondo. Petrini è eletto presidente, carica che ha mantenuto fino ad oggi, ed elabora negli anni una nuova idea di gastronomia, che guarda al cibo come risultato di processi culturali, storici, economici e ambientali, dando decisivo impulso alla creazione della prima Università di Scienze Gastronomiche al mondo. È ideatore di importanti manifestazioni ormai di rilievo internazionale come Cheese, il Salone del Gusto di Torino e la più recente Terra Madre.